tachicardia atriale sintomi e cura

Tachicardia atriale: sintomi e cura

L’aritmia detta tachicardia atriale consiste in disturbi che scaturisce quando un gruppo di cellule cardiache localizzate negli atri generano un battito del cuore più veloce, circa 130/150 battiti al minuto.

Le contrazioni non sono organizzate e di conseguenza la gittata del sangue non è sufficiente.

La tachicardia atriale rappresenta il 5-15% di tutte le tachicardie sopra-ventricolari ed ha un’incidenza Continua a leggere

flutter atriale cause sintomi e terapia

Flutter atriale: cause, sintomi e terapia

Si parla di flutter atriale in riferimento ad una aritmia del cuore che colpisce uno degli atri superiori del muscolo cardiaco.

Il cuore si contrae grazie alla presenza di alcune cellule speciali, le quali generano impulsi elettrici che regolano il battito cardiaco. In alcuni casi, però, qualcosa in questo procedimento va storto. La presenza di un grosso circuito di rientro nell’atrio destro può Continua a leggere

fibrillazione ventricolare

Fibrillazione ventricolare

La fibrillazione ventricolare consiste in un’aritmia cardiaca, connotata dall’attivarsi in modo rapido e irregolare dei ventricoli, cioè le camere inferiore del cuore; questa contrazione improvvisa può causare l’arresto cardiaco.

L’impulso elettrico, che in condizioni fisiologiche permette il battere costante e ritmico del cuore, è disorganizzato e improvviso e quindi il cuore non riesce Continua a leggere

terapia anticoagulante per la prevenzione del rischio di ictus

Terapia anticoagulante per la prevenzione del rischio di ictus

Nei confronti della fibrillazione atriale, la terapia più usata laddove possibile è la cardioconversione elettrica, che consiste in un trattamento elettrico al cuore per cercare di riportare alla normalità il battito cardiaco.
Dopo di che spesso si rende necessaria la terapia anticoagulante, che mira a combattere la possibilità della formazione di trombi ed embolie.
Il rischio dell’ictus Continua a leggere

cardioversione elettrica cos è e quali sono i rischi

Cardioversione elettrica, cos’è e quali sono i rischi

La cardioversione elettrica consiste in una procedura di elettroshock applicata al cuore per il trattamento della fibrillazione atriale.
La fibrillazione atriale consiste in un’aritmia del cuore, per cui gli impulsi elettrici che regolano il battito cardiaco sono scoordinati e irregolari.

In qualche caso la fibrillazione atriale è del tutto asintomatica, ma comunque, anche laddove lo fosse, aumenta Continua a leggere